spaccio peuterey bologna indirizzo l’anti Wikipedia a breve online

modelli woolrich donna l’anti Wikipedia a breve online

La sfida del sapere si gioca online. Google lancia un anti Wikipedia dopo sette lunghi mesi di sperimentazioni. La nuova enciclopedia prevede il contributo volontario degli utenti del web ed è aperta a tutti.

Tratto distintivo della nuova enciclopedia condivisa è la possibilità di realizzare entrate personali inserendo annunci pubblicitari, emergendo dall’anonimato. Il progetto aspira ad essere una sorta di Wikipedia ‘responsabilizzata’. Come la concorrente infatti, ‘Knol’ permette a chiunque di fornire informazioni su un argomento, ma l’anonimato è bandito e nessuno può modificare una voce dell’enciclopedia senza il consenso dell’autore. In cambio della metà dei profitti pubblicitari, Google permette infatti ai propri utenti di mettere annunci con il sistema AdSense sulle pagine inserite.

Con questa impostazione Knol, contrazione di ‘Knowledge’ (conoscenza) sembra avere le carte in regola per sfidare ‘Wiki’, la libera ‘Bibbia’ del sapere online che, nata nel 2001, è attualmente all’8/ posto tra i siti più cliccati negli Usa. Il progetto di ‘Knol’ era stato annunciato dai vertici dell’azienda di Mountain View lo scorso dicembre.

“Vogliamo creare un nostro network per diffondere la conoscenza” aveva detto il vicepresidente di Google, Udi Manber. Per sette mesi il funzionamento di ‘Knol’ è stato testato in versione ‘beta’ da un numero limitato di utenti. Oggi il battesimo ufficiale è avvenuto con un annuncio sul sito dell’azienda.

Qualche dubbio suscita la logica commerciale sottostante alla divulgazione del saperenon creerà distorsioni ad evidente beneficio dei propri interessi personali? L’obiezione che i critici oppongono al nuovo sistema è che si privilegeranno argomenti generalisti (con maggiore visibilità) piuttosto che voci specialistiche di nicchia.
spaccio peuterey bologna indirizzo l'anti Wikipedia a breve online