woolrich artic donna Isola del Sole

piumini peutery Isola del Sole

E noto che nelle isole la gente matura tradizioni tutte sue. Ebbene questo avviene anche per la cucina.

Lungo le calli e nei campielli del centro storico, trattorie e ristoranti con i tavoli apparecchiati sotto pergoli di vite americana, nei giardini interni, propongono il meglio della cucina gradese, una lunga tradizione di sapori genuini e di ricette tramandate da generazione in generazione, in cui il pesce la fa naturalmente da padrone.

Il piatto gradese per eccellenza il “brodetto”, in gradese boreto, saporita zuppa di pesce, che a seconda delle preferenze del cuoco e della disponibilit di pesce fresco, pu essere preparato con una sola qualit di pesce oppure pi qualit e abbinato a polenta bianca Il boreto a la graisana risale certamente a prima della scoperta dell America dato che la sua preparazione avviene, a differenza dei brodetti che si preparano in altri paesi d senza il pomodoro.

La sua origine da far risalire ai pescatori che un tempo abitavano stabilmente nella Laguna di Grado, nei casoni, vivendo principalmente di pesca. Il pesce migliore veniva prelevato quotidianamente dal “batelante” che faceva il giro delle piccole isolette della luguna e venduto al mercato di Grado.

Il pesce di scarto veniva consumato dal “casoner” e dalla sua famiglia. Il boreto era originariamente un piatto povero cucinato nel “paveso”, una casseruola di ferro, che non veniva mai lavata. Si metteva un po d di semi, l a spicchi interi ed infine il pesce bagnato con aceto bianco e abbondante pepe nero. Questa pietanza veniva consumata con la polenta bianca di pi facile reperibilit e di poco costo. Per quanto riguarda l con il vino, mentre in passato veniva preferito il bianco, oggi prevale un orientamento per un vino rosso giovane.

Numerose sono le ricette a base di pesce. Ma in questo che ancora oggi rimane un paese di pescatori, tutti i piatti di pesce sono ottimi, a cominciare dalle comunissime sardine per arrivare ai pesci pi ricercati e ad ogni genere di molluschi che, dal mare e dalla laguna arrivano quotidianamente sempre freschi in tavola e che i ristoranti gradesi cucinano con sapienza, riuscendo a trovare il giusto equilibrio fra tradizione e novit

(per 6 persone) 1 fetta di asia’ per persona, 1 fetta di coda di rospo o di nasello o di capone o di scorfano, 1 ghiozzo per persona, 2 anelli di totani per persona, 3 o 4 spicchi d’aglio, 1/2 bicchiere d’olio, 1 bicchiere di aceto di vino rosso, 1 bicchiere d’acqua, sale grosso e molto pepe. Versare l in un tegame piuttosto largo (il pesce vi deve stare in un solo strato e non stretto). Mettere il tegame a fuoco vivo e aggiungere l che deve rimanere nell per quasi due ore fino a diventare carbone; quando dal tegame si levera’ un fumo bianco, togliere gli spicchi ormai bruciati e disporre nel tegame il pesce ben asciutto. far rosolare a fuoco vivace, scuotendo ogni tanto per girare i pezzi che cosi’ si coloreranno da tutti i lati, quindi aggiungere l l il sale grosso, molto pepe, coprire il tegame e far bollire ancora per una decina di minuti affinch si insaporisca. mentre si prepara il boreto preparare anche una polenta morbida bianca. Servire con vino rosso.
woolrich artic donna Isola del Sole