dopo 3 anni riecco Di Luca

Al telefono, dopo i massaggi, sembra stanco. Danilo Di Luca non ha la solita voce allegra, brillante, di quello che trasmette grinta solo a sentirlo. Chissà se a influire è solo la stanchezza muscolare della corsa o c’ è anche una componente mentale, legata ai fatti della vita. Eppure l’ abruzzese ha appena vinto una corsa, la 2 tappa del Giro d’ Austria a Kitzbuhel (Morabito 2 a 7″, poi Rohregger a 10″) ed è diventato leader della corsa. Una volta Danilo c’ era abituato, ma questa sensazione non la provava più dal 19 maggio 2009, quando a Pinerolo, 10 tappa del Giro, riuscì ad arrivare da solo e in maglia rosa, giacconi peuterey davanti a Pellizotti e Menchov. Vincere dopo tre anni è molto bello, sono contento e soddisfatto. La salita finale di 7,5 km era impressionante, più dura anche del Mortirolo. Quando ai 1.800 metri sono rimasto solo la pendenza era del 22%. La condizione vera sta arrivando. Dediche? No, niente di particolare. Parole che confermano la sensazione di disagio. Il gruppo è diverso rispetto a prima. I giovani non hanno più rispetto. Rischiano troppo e vedo tattiche assurde. Anche gli amici a volte non hanno rispetto, verrebbe da aggiungere, ma questo peuterey sito ufficiale è un altro discorso. Vincere il Giro d’ Austria? Non sarà facile, Sabato c’ è una crono di 24 km. Programmi futuri? giacche peuterey Arona, Regione Vallone, Matteotti in casa, Burgos, Camaiore e Tre Valli. Poi vorrei chiudere bene con Lombardia ed Emilia. Ma come è cambiato in questo periodo Di Luca? Sono più vecchio di tre anni ma in bici cambia poco. Sono più esperto della vita. E anche dal punto di vista lavorativo sono migliorato. Uno pensa si riferisca al fatto di essere un corridore professionista, invece. Mi riferisco alla mia azienda di bici, la Kiklos, che sta cominciando ad andare bene anche all’ estero. Faccio tutto io, dalla progettazione in avanti. Adesso voglio sviluppare anche la rete distributiva, che è il segreto per crescere. Ma che porta la giacconi peuterey firma Di Luca c’ è anche un’ altra bici. Sì, quella di Peuterey, una city bike. Anche questo progetto è mio, loro mi hanno solo dato indicazioni per la grafica. Ha disegnato le city bike Peuterey Danilo Di Luca in trionfo a Kitzbuhel. L’ abruzzese dell’ Acqua 36 anni, vanta 49 vittorie tra cui: Giro e Liegi 2007, Lombardia 2001, Amstel e Freccia Vallone 2004. Ha aperto un’ azienda che produce bici, la Kiklos. E ha disegnato le bici da città di Peuterey (sotto), noto marchio di abbigliamento EPA.