giubbino peuterey uomo la cognata e le 13 società in Costa Rica

peuterey damenjacken la cognata e le 13 società in Costa Rica

“Tredici società aperte in Costa Rica, per compiere operazioni immobiliari, investimenti, costruzioni, incluso il progetto per un resort di lusso”. Lo scrive l’Espresso, nel numero in edicola domani, ricostruendo l’attività parallela dell’autista di Beppe Grillo, Walter Vezzoli, 43 anni, che da oltre dieci segue come un’ombra il fondatore del Movimento Cinque Stelle.

“In piazza San Giovanni, il comico genovese lo ha presentato così alla folla: “Sta con me, fa la logistica, mi protegge, ha tutto sotto controllo. un ragazzo formidabile”. Quattro di queste società risultano immatricolate con la formula della “sociedad anonima”, uno schermo giuridico che consente di proteggere l’identità degli azionisti. Non è dato sapere, quindi, chi abbia finanziato queste iniziative. Dalle carte che l’Espresso ha potuto consultare emerge però che tra gli amministratori compare, insieme a Vezzoli, Nadereh Tadjik, ovvero la cognata di Grillo, la sorella di sua moglie Parvin, di origini iraniane”, si legge nell’anticipazione diffusa dal settimanale.

Che poi continua: “Nella Armonia Parvin sa, guarda caso stesso nome della signora Grillo, la presidente Nadereh Tadijk e il segretario Vezzoli sono affiancati da un terzo amministratore, un italiano residente in Costa Rica che si chiama Enrico Cungi. Cungi nel 1996 venne coinvolto in un’indagine per narcotraffico. Arrestato in Costa Rica e poi estradato in Italia ha passato tre mesi nel carcere di Rebibbia, ma non risultano condanne a suo carico”.

Infine, L’Espresso parla di un progetto delle società targate Vezzoli Tadijk basato sulla costruzione di “Ecofeudo, nome di un resort extra lusso da 30 ettari da costruire sulle colline della baia Papagayo. A giudicare dalle foto pubblicate Ecofeudo non sarà un villaggio popolare. La zona è considerata una delle più promettenti per chi vuole investire nel turismo. Nel resort le ville saranno di alto livello: potranno avere una superficie fino a 750 metri quadri coperti su un’area propria di 5000 metri quadri”.

Gio, 07/03/2013 15:07

Una persona indagata, incarcerata (anche solo per tre mesi) e assolta avrebbe tutto il diritto di incavolarsi contro la giustizia. Invece sta a vedere che per il semplice fatto di finire in un’inchiesta, anche se non ti condannano, diventa un gravame a tuo carico! Se non è “macchina del fango” questa. La cognata di Grillo ha società all’estero? C’è un’inchiesta dell’Agenzia delle Entrate per evasione? Vive alle spalle del cognato? Ha chiamato la sua azienda con il nome della sorella: non è che era il nome di un’antenata comune (sono sorelle, in fin dei conti). Che razza d’inchiesta giornalistica è questa? Scopro delle cose, ma non so che cosa sia e chi ci sia dietro, poiché Grillo è un nemico alludo che sia roba sua! E poi parlano di diffamazione per il quartierino di Montecarlo!

Gio, 07/03/2013 15:18

non ditemi che una persona intelligente puo ancora credere che ci sia il politico “onesto e pulito”. Lo e’ solo fin che e’ la novita’. Abbiamo visto la lega, arrivera’ presto il turno anche per grillo. Perche nessuno e’ pulito, ne tra i politici ne “soprattutto” tra i cittadini. Basta frugare un po’, e si scoprono un sacco di dittarelle che fanno 50% di nero, un sacco di persone che non sono oneste, rubano dai giorni di malattia ai rimborsi, alle fatture non consone, etc etc. Per non parlare di chi ruba al lavoro ore facendo cose non attinenti al lavoro, a chi ruba materiali dal posto di lavoro, a chi ruba un posto in fila, a chi sgmabetta il collega, e cosi via. Siamo tutti uguali, c’e’ il piu onesto e il meno onesto, ma quello “pulito” non esiste. Ma ora c’e’ crisi, e si va in cerca di ghigliottinare i politici, credendo la colpa sia loro. Che i politici non erano puliti si sapeva gia negli anno 80, pero non c’era crisi e si tollerava. Come si tollerano tante cose fino a quando non ci toccano a noi. Male. Le cose o sono giuste sempre, per tutti, o non lo sono mai e per nessuno.

Gio, 07/03/2013 15:40

A parte commenti che si qualificano per la vis polemica, la maleducazione fine a se stessa e fate BENE a farli leggere per enucleare la levatura morale di certi personaggi, Grillo può avere tutti i resort di questo mondo: personalmente non sono invidioso. Chiedo a lui, ancora una volta, solo chiarezza: facesse mettere in rete le sue dichiarazioni dei redditi, dopo quella del 2004 di circa 4,5 milioni di euro, fino a quella per il 2011. Forse teme qualcosa e da parte di chi? Non credo, anche perchè, se si fosse candidato, avrebbe DOVUTO pubblicare quei dati. TRASPARENZA e

RISPETTO lo deve ANCHE ai suoi elettori.

Gio, 07/03/2013 15:44

Politologo61. Hai ragione!!E’ una domanda che mi sono fatta anch’io. Come avrà fatto a farsi due ville(per quello che sappiamo) una a Nervi (Genova) ed una in toscana.

Dal punto di vista penale, pur avendo fatto fuori 3 persone, non

ricordo assolutamente abbia fatto 1 giorno di carcere o pagato

danni (allora era in auge ed una cosa del genere si sarebbe risaputa)Da buon genovese sarà stato MOLTO PARSIMONIOSO, ma i vi

Gio, 07/03/2013 15:47

Politologo61. Hai ragione!!E’ una domanda che mi sono fatta anch’io. Come avrà fatto a farsi due ville(per quello che sappiamo) una a Nervi (Genova) ed una in toscana.

Dal punto di vista penale, pur avendo fatto fuori 3 persone, non

ricordo assolutamente abbia fatto 1 giorno di carcere o pagato

danni (allora era in auge ed una cosa del genere si sarebbe risaputa)Da buon genovese sarà stato MOLTO PARSIMONIOSO, ma i vi

Gio,
giubbino peuterey uomo la cognata e le 13 società in Costa Rica
07/03/2013 16:25

I sostenitori di Grillo ripetono: “ma c’è reato? Questo non tocca a noi dirlo. Ma una cosa si può dire: il difensore dei giovani senza lavoro a cui vuole dare il reddito di cittadinanza con i soldi degli altri cittadini italiani (dipendenti statali e pensionati pubblici), non investe i suoi soldi in Italia dove contribuirebbe a creare occupazione per i giovani ma va ad investirli all’estero mettendoli al riparo dalle espropiazioni che vuole introdurre in Italia. Bell’esempio di moralità.