peuterey offerte che cosa cambia per i viaggi in Inghilterra

peuterey outlet catania che cosa cambia per i viaggi in Inghilterra

Siamo andati a letto, ieri sera, pensando che (forse) tutto sarebbe rimasto invariato perché gli IN remain erano in testa. Questa mattina ci siamo svegliati con un brivido di freddo che ci ha percorso subito la spina dorsale: hanno vinto gli OUT leave nel referendum del 23 giugno 2016 della Brexit. E la Gran Bretagna, ben orgogliosa della sua indipendenza e di essere altro rispetto al Continente, ha scelto di uscire dall Europea. Di certo è un giorno che è già passatoalla storia.

Che cosa cambia per chi viaggia in Inghilterra, d in poi?

Per chi ha già un biglietto aereo in mano per volare a Londra o per tutti quelli che hanno scelto di viaggiare in Gran Bretagna questa estate, poco cambia: nonserveil passaporto e, se non l non dovete correre a farlo. La Gran Bretagna dovrà, infatti, rinegoziare con l Europea i trattati, trovando anche un accordo sulle condizioni dell I tempi sono lunghi, forse anche un paio d futuro, però, la questione del visto avrà la sua importanza poiché i cittadini britannici probabilmente ne avranno bisogno per spostarsi verso gli altri Paesi UE. Se fino a ora era sufficiente un documento d muoversi nell benchéil Regno Unito non ne facesseparte dal prossimo domani i britannici potrebbero doverchiedere un visto verso l continentale. UK e Ue potrebbero anche decidere di non richiedere visti turistici. Staremo a vedere.

Saranno sempre i cittadini britannici a rimetterci nell dei voli aerei: le compagnie europee, infatti, in virtù degli accordi comunitari possono operare senza limiti di frequenza, capacità o prezzo nello spazio aereo europeo. E poi c la questione della svalutazione della sterlina rispetto all Almeno per ora, la moneta britannica ha toccato il minimo storico degli ultimi 30 anni.

Per chi vuole tastare gli umori dell dall di prima mano, questi sono alcuni consigli per il vostro viaggio a Londra:

Londra, consigli per un weekend romantico (conoscete i mews?)

The Shard, la Scheggia nel cielo di Londra

Londra, Camden Town e i miei (primi) anfibi

Londra, la sorpresa di un raggio di sole

il mio moroso è Inglese, stiamo insieme dall scorso, proprio l giorno mentre stava facendo il check in on line sull RYAN AIR non gli ha piu chiesto la ID CARD come documento ma solo il passaporto parlando il 50% della popolazione ha votato senza sapere esattamente a cosa andava incontro, proprio per questo vorrebbero rifare il referendum.

ps. Io devo ammettere che sono una di quelle che viaggiano sempre con il passaporto per mia comodità, quindi magari mi capita di non fare caso a queste differenze, però mi pare che la Gran Bretagna emetta ID card che non sono mai state accettate da Ryanair. Sicura che lui già prima non facesse come me, cioè inserisse già il numero di passaporto?

Ti riporto qui infatti quello che ho letto poco fa:

VOLI INTERNAZIONALI DOCUMENTI DI VIAGGIO ACCETTATI

Una carta d valida emessa dal governo di un Paese dello Spazio economico europeo (SEE). (Solo i seguenti Paesi emettono al momento carte d accettabili per il trasporto sui voli Ryanair: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Grecia, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria. La validità delle carte d francesi (emesse per gli adulti) è stata estesa da 10 a 15 anni SOLO per le carte emesse tra il 2 gennaio 2004 e il 31 dicembre 2013 (ad eccezione dei voli da/per Malta).

Grazie per i complimenti su Bali, spero che vi accolga presto, è un luogo che resta davvero nel cuore.
peuterey offerte che cosa cambia per i viaggi in Inghilterra