giacche invernali peuterey Desperate HouseWives

pelliccia peuterey Desperate HouseWives

presto diventa Primo Assistente di registi di fama internazionale come i fratelli Taviani, Michelangelo Antonioni, Maurizio Zaccaro, Giancarlo Soldi, Giampaolo Tescari, Maurizio Azzali, Dario Piana, Gavino Sanna, Andrea Cardile, Jerard de Batista, Jacques Venait, Robert Fraisse e altri.

Si specializza nella regia di videoclip (Luca Carboni, Pino Daniele, Gino Paoli, Stadio) e spot pubblicitari (Brooklyn, Swatch, Glent Grant, Four Roses, Morositas, Loewe, Jeans Market, Kerastase, CBM gioielli, Lovable, Vivident, Longines, Ferrari ecc) e programmi televisivi (Nonsolomoda, Sereno Variabile).

Lavora come fotografa di moda a New York, Londra, Parigi, Madrid e Milano per numerose testate tra cui Amica, Anna, Biba, Casa Amica, Case da Abitare, Centurion, Citizen K, Cosmopolitan, D di Repubblica, Departure, Elle, Glamour, Harpers Bazaar America, Interni, Io Donna, Kidswear, Label, Marie Claire, Max, New Woman, Nest, Pap Magazine, Playboy Italia, SimplyCity, Sportweek, Spoon, Surface, Sport Style, Tell, Urban, Vogue Gioiello, Vogue Pelle,
giacche invernali peuterey Desperate HouseWives
Vogue Sposa, Vogue Bambino, Vogue Italia.

Realizza diverse campagne pubblicitarie (Barilla, AEM, Banca Aletti, Basile, Bergamon, Brooklyn, BTicino, Bergamon, Borbonese, BPU Banca, Brendel, Camomilla, Coast Weber Hauser, Dema, Divani Divani, Euclorina, Facis, Fiat, Finmeccanica, Flou, Four Roses, Frau, Frigoriferi Milanesi, Genesio, Garnier, Glen Grant, Hettabret, Illy Caffe’, Inc Corea, Indian Roses, Las, Le Coccinelle, Legrand, Les Belles profumo, Longines Orologi, Lovable, Mazzini, Meliani, Monoprix, Morositas, Nina Ricci, Nivea, New Penny, Prenatal, Pringles, Printemps Magazine, Quelle, Ras, Redwall, Roc, Romeo Gigli, Safilo, Seat, Siemens, Silk La Stampa, Strato, Swatch, Vivident ecc.) e numerose copertine di cd (Fausto Leali, Ottmar Liebert, Loreena Mckennit. Atmosphere ed altri).

Molte le mostre personali e collettive. Nel 1995 e nel 2011 espone alla Biennale di Venezia. maggio

Personale Galleria Art “Da Milano ad Hong Kong” aprile

Progetto CityLife AD affidato a Daniel Liebeskind,
giacche invernali peuterey Desperate HouseWives
Milano. tutto 2012Partecipa alla 54 Biennale di Venezia giugno

Collettiva da Byline novembre

“Erba e fior che la gonna” presso VisionQuesT Gallery di Genova. giugno settembre

Personale “Hotel M” al Visionnaire maggio giugno

Personale di Malena Mazza “Allegra” Brera aprile maggio

Cristiana Capotondi vista da Malena Mazza ritratti dell’attrice Mostra in Stazione Centrale Glamour aprile

giacche invernali peuterey Monster Girl Encyclopedia Wikia

parka peuterey uomo Monster Girl Encyclopedia Wikia

Monster Girl Encyclopedia I () è l’originale libro della serie Monster Girl Encyclopedia di Kenkou Cross. Include informazioni sul mondo delle monster girls intervallato da 100 profili di monster girls, introducendo il lettore ad alcuni degli abitanti di questo universo osceno e lascivo. Come in molte altre opere della serie, questa prima enciclopedia ha una sorta di storia dove la pubblicazione stessa fa parte dello stesso mondo, così il lettore vede dal punto di vista dell’autore mentre viaggia e interagisce con le varie specie sexy descritte.

Dietro la storia di Monster Girl Encyclopedia I vede “un certo studioso errante di mostri”, autore del libro, in giro per il paese e intervistando diverse ragazze mostro studiandone i comportamenti bizzarramente sessuali; la loro dieta, i loro habitat e le diverse modalità di seduzione attirano gli avventurieri di sesso maschile che incappano nei loro territori. Alcune parti di testo sono state scritte dal Bafometto a capo del Sabbath. Lo studioso errante è riuscito anche a intervistare il Signore dei Demoni, il leader dei mostri, che descrive come una volta il mondo di spade e magia popolato da tradizionali Draghi, Orchi e Goblin nemici siano stati sostituiti da graziose ragazze mostro molto lussuriose. L’approccio evidente dello studioso errante nello studio della mostrologia lo porta in conflitto con la maggiore organizzazione umana del mondo, l’Ordine del Dio Capo, che preferisce affrontare i mostri con torce e forconi. Finisce per continuare nella sua fuga, scrivendo altre opere come Monster Girl Encyclopedia World Guide I: Fallen Maidens. In Fallen Brides la maga Mimiru Miltie menziona di aver visto una copia di questa “enciclopedia illustrata che stava circolando clandestinamente all’interno della chiesa”.

Le 100 monster girls i cui profili appaiono nel libro sono, in ordine: Succube, Succube Minore, Slime, Slime Rosso, Regina Slime, Goblin, Hobgoblin, Lupo Mannaro, Gatto Mannaro, Coniglio Mannaro, Pecora Mannara, Alraune, Mandragora, Matango, Driade, Ape da Miele, Calabrone, Grizzly, Arpia, Arpia Nera, Coccatrice, Orco, Ogre, Aracne, Lamia, Medusa, Echidna, Uomo Lucertola, Salamandra, Pipistrello Mannaro, Centauro, Unicorno, Minotauro, Holstaur, Formica Gigante, Formica Aracne, Mantide Religiosa, Fata, Folletto, Leanan Sdhe, Kesaran Pasaran, Elfo, Elfo Oscuro, Nano, Amazzone, Alice, Alp, Ciclope, Sirena (ittiomorfa), Merrow, Pesce Vescovo, Nereide, Scilla, Cariddi, Slime di Mare, Sirena (ornitomorfa), Sahuagin, Slime di Bolle, Grande Topo, Lumaca Gigante, Insetto Diabolico, Fustigatore, Golem, Gargoyle, Mimic, Genio della Giara, Mummia, Sfinge, Anubi, Girtablilu, Zombie, Ghoul, Fantasma, Scheletro, Incubo, Doppelgnger, Dullahan, Vampiro, Imp, Slime Oscuro, Beelzebub, Bafometto, Strega, Yko, Yuki Onna, Oni Rosso, Corvo Tengu, Kappa, Jorgumo, Inari, Angelo, Angelo Caduto, Sacerdote Oscuro, Drago, Ondina, Ignis, Silfide, Gnomo, Materia Oscura, Lilim.

Per leggere la versione completa giapponese, cliccare qui.

“Si tratta fondamentalmente di una introduzione. Lo scopo di questo libro è quello di aiutare la gente a sopravvivere ad un incontro con i mostri, ma è diventato inutile dopo che la Succube assunse il ruolo di Signore dei Demoni.

Si continua a dire come i mostri erano i vecchi nemici degli esseri umani e che hanno ucciso e mangiato le persone, ma in realtà sono cambiati. Molte persone hanno ancore idee sbagliate su di loro. L’autore ha deciso di rivelare tutta la verità su di loro, raccontandolo al lettore per portarlo ad una conclusione e rispondere alla seguente domanda: “I mostri sono ancora nemici del genere umano?” “Dopo aver letto il libro”.

Mostro è un termine generico per le varie razze che assumono una varietà di forme con diversi tratti. Il Signore dei Demoni è in cima. I mostri sono conosciuti per essere bestie giganti, insetti, draghi eccetera che hanno attaccato e predato gli esseri umani. Erano orrori veramente spaventosi, ma dal momento dell’ascensione del Signore dei Demoni attuale, ora sono cambiati e hanno assunto forme simili a donne. Il loro modo di agire verso gli esseri umani e il loro rapporto con questi è notevolmente cambiato.

In questo libro, l’autore sta dando un esempio insieme ad una descrizione di quei singoli mostri dell’epoca attuale che hanno forme di donne come egli le vide coi propri occhi. Prima della spiegazione dettagliata di ogni singola razza, bisogna andare alle basi di tutti i “mostri” le cui voci sono riportate di seguito.

Per quanto riguarda i mostri Modifica

Allo stato attuale, a causa dell’influenza del Signore dei Demoni corrente, una Succube che possiede un enorme potere, tutti i mostri hanno forme come donne umane estremamente belle o carine.

Le loro forme sono varie, con una gamma di aspetti diversi da quelli umani, come avere la parte superiore del corpo di donna e quella inferiore da serpente, ragno, pesce eccetera, insomma caratteristiche come quelle di una bella donna miste a tratti grotteschi. Attualmente, come è visibilmente evidente, tutti gli individui sono di sesso femminile; non è mai stato osservato uno di genere maschile. La maggior parte dei mostri sono più istintivi rispetto agli umani. I loro pensieri e le loro azioni sono tutti basati sul desiderio e dediti alla ricerca del piacere. Rispetto agli esseri umani, molti di loro sono dotati di maggiori capacità fisiche o magiche. Presentano varie abilità che gli umani non possiedono. L’intelligenza varia molto a seconda della razza, ma tutti i mostri sono almeno abbastanza intelligenti per avere la padronanza della lingua. Dunque è possibile per loro conversare con gli umani. Hanno una vita più lunga rispetto a questi (varia da razza, dal vivere un po’ più a lungo degli umani al vivere per migliaia di anni). Non riporta quanti anni passino, le loro forme rimarranno giovani e belle e non invecchieranno mai oltre visibilmente.

Le abitudini alimentari dei mostri possono essere suddivisi in due tipi diversi. Mangiano cibi normali come carne animale, verdura, frutta eccetera. L’altro tipo è il sostentamento per mezzo di un energia vitale chiamata “Energia Spirituale” che è contenuta nei corpi degli esseri umani, abbondante soprattutto negli uomini, ora aumentata a causa dell’influenza del Signore dei Demoni corrente. Per quei mostri che si sostengono con l’Energia Spirituale la prendono per mezzo di trasmissione con la saliva, lo sperma eccetera. All’interno dei loro corpi l’Energia Spirituale viene convertita in nutrimento e in Energia Demoniaca. Questo procedimento non uccide l’uomo. Per i mostri è possibile convertire l’Energia Spirituale ingerita per ricavare nutrienti dal normale cibo ingerito, ma è relativamente molto meno efficiente. Al contrario, per quei mostri che si nutrono principalmente di cibo ordinario è possibile prendere l’Energia Spirituale con la propria Energia Demoniaca. L’Energia Spirituale di un uomo è deliziosa e attraente per tutti i mostri. Per loro è il massimo da gustare.

Inoltre, nell’età degli ex Signori dei Demoni, i mostri preferivano consumare carne umana, ma gli attuali mostri istintivamente trovano disgustoso e impensabile fare una cosa simile.

Com’è evidente, tutti i mostri sono di sesso femminile. Per questo motivo, hanno un bisogno assoluto di un uomo umano per riprodursi. Per loro gli uomini sono i maschi della propria specie. Il potente istinto di cui i mostri sono dotati li porta a rimanere incinte, e portare in grembo i figli dell’uomo amato. Si tratta di una delle gioie più grandi questa specie. Attualmente, i bambini natii dai rapporti mostri e uomini sono di sesso femminile. Non è mai stata confermata alcuna prole maschile da questi rapporti.

I mostri che attaccano gli esseri umani Modifica

Come scritto sopra, non possono fare a meno degli uomini, sia come fonte di cibo che come partner per la riproduzione. Per questo motivo i mostri cercano gli uomini umani attraverso un forte istinto. Quando ne trovano uno, aggressivamente lo attaccano, buttandolo a terra, per farci sesso. L’istinto dei mostri li equipaggia anche della conoscenza dei metodi e delle tecniche per dare piacere ad un uomo. Se egli prova una sola volta il sesso con uno di loro, non sarà in grado di fare a meno di essere svuotato della sua Energia Spirituale, diventano loro prigioniero.

Se i mostri scoprono di piacere molto un certo uomo, non lo mollano più anche dopo aver ricevuto l’Energia Spirituale. Lo terranno permanentemente al loro fianco come fonte di nutrimento e di riproduzione. Gli uomini prigionieri spesso non tentano nemmeno di fuggirgli. Non è raro che rimangano con i mostri per sempre. Questo perché i mostri fanno uso anche della loro bellezza, magia, grande forza fisica e abilità speciali per affascinare un uomo. Oltre agli assalti diretti possono semplicemente sedurli col fascino, magia, feromoni eccetera per tentarli. Possono anche semplicemente chiedere di intraprendere rapporti sessuali dopo aver fatto amicizia con un uomo. Usano qualunque metodo per garantirsi un uomo e farci sesso. Per i mostri fare sesso con un uomo umano è il più grande piacere, supera ogni altra cosa. Questo desiderio è radicato nel profondo del loro istinto.

Ottenere un uomo umano e fare sesso è al primo posto del comportamento dei mostri, così naturalmente i loro pensieri, azioni e valori vi si riflettono. Quando i mostri conversano insieme, spesso è il soggetto principale delle discussioni. La lascivia è considerata una virtù, e in puro stile dei mostri, anche i più piccoli sognano di desiderarla, facendo sesso con gli uomini; se possono prendere un uomo disattento, lo attaccheranno. Anche se l’uomo è disgustato dai mostri e dal sesso, useranno questo assieme a seduzione, incantesimi, farmaci e vari mezzi per farne loro prigioniero.

Inoltre, visto che loro stessi dal momento hanno una forte sollecitazione sessuale, a differenza della maggior parte delle donne umane che tendono a considerare i desideri sessuali di un uomo come sporchi, lo vedono in una luce positiva. Al contrario, sarebbero felicissimi di avere un uomo che mira lui stesso alla loro passione carnale. Lo avrebbero attaccato subito e passato direttamente all’atto per contribuire di alleviargli quei desideri. Hanno un affetto potente e incondizionato per gli uomini. Devono avere un uomo per il cibo, e per la riproduzione. Dal momento che gli uomini sono così necessari per loro, ucciderne uno sarebbe impensabile. Non importa quanto feroce e sadico sia un mostro, non ucciderebbe mai un essere umano se non per motivi di autodifesa, o per proteggere i loro mariti.

Rapporto con gli uomini umani Modifica

I mostri formano coppie sposate nello stesso modi in cui gli esseri umani fanno. Dato che ci sono solo femmine, naturalmente prendono gli uomini umani come mariti. Per i mostri, essere marito e moglie non è solo una questione di emozioni e di contratto. Quando vogliono veramente un uomo, il loro desiderio e interesse verso di lui sale alle stelle. Cominciano a preferire notevolmente il suo odore, e il gusto particolare della sua Energia Spirituale. In altre parole, il loro interesse per gli altri uomini diminuisce, e cominciano a volere solo l’uomo come loro maschio. In una tale situazione, il loro istinto ha riconosciuto un uomo come il loro marito. Così, anche se i mostri hanno un desiderio sessuale estremamente alto, e sono dediti alla ricerca del piacere, una volta deciso questo, con tutto il cuore assisteranno lui, trattandolo anche meglio di come si trattano loro stessi.

Per quanto riguarda il motivo per cui hanno queste caratteristiche, è stato detto che “è in questo modo che loro non combattono per la preda con altri mostri”, “affascinare ulteriormente un uomo risulta una produzione di Energia Spirituale più stabile e maggiore” eccetera, ma può anche essere semplicemente spiegato che la personalità del Signore dei Demoni corrente che ha cambiati i loro tratti si sta rivelando negli istinti dei mostri. Inoltre, forse per la stessa ragione, tendono a non attaccare gli uomini che sono fortemente macchiati con l’odore e l’Energia Demoniaca di un altro mostro. Tuttavia, per alcune razze, è fondamentalmente accettabile che un uomo possa avere molte mogli, e che sarà lui solo a fare sesso con i numerosi mostri che lo amano uno dopo l’altro, o forse facendone diversi in una sola volta. Avrebbe dovuto offrire una quantità enorme di Energia Spirituale. A seconda del mostro, ci sono alcuni che trattano gli uomini come prede o schiavi, ma in questo caso, entrambi i termini significano la stessa cosa come marito. Nonostante le parole usate, un forte amore può essere visto attraverso la loro attitudine e trattamento verso i loro uomini.

Il processo di trasformarsi in un mostro Modifica

La mostrizzazione si verifica quando l’Energia Demoniaca entra nel corpo di una donna umana. Ci sono diversi metodi per modificare un essere umano in un mostro, ma di solito lo si impregna di questa energia attraverso il sesso. Quando una donna umana fa sesso con un mostro, lei avrà tutta la sua Energia Spirituale rubata e sostituita dall’Energia Demoniaca che si riversa all’interno. Una volta che una donna è stata infusa di questa energia, aumenta la sua temperatura corporea, e i suoi pensieri si fanno più vaghi. Alla fine, l’Energia Demoniaca infusa le da’ piacere, mentre a poco a poco il suo corpo si rifà in quello di un mostro. La ragione si scioglie via rapidamente mentre lei si abbandona al piacere del sesso con un mostro, e la dolce sensazione del suo corpo che cambia a una natura diabolica dall’interno. La sua testa è piena di nulla, ma solo di pensieri di piacere, e in poco tempo il suo corpo e il cuore saranno entrambi completamente cambiati in quelli di un mostro.

Ci sono anche altri metodi di mostrizzazione oltre al sesso, come essere stati morsi, avere l’Energia Demoniaca versata nel corpo attraverso una ferita, espulsione di Energia Spirituale, anche quando una donna trascorre un lungo periodo di tempo in alcuni paesi, come il Reame Demoniaco dove l’Energia Demoniaca è contenuta nell’aria (pag. 228 in riferimento), o prendendo una medicina fatta con l’Energia Demoniaca di una Succube. Oltre a questi, ci sono anche alcuni modi più strani di cambiare una donna umana in un mostro come covare uova dentro di lei, o facendole inalare delle spore con un parassita.

Il corpo dopo il cambiamento in un mostro Modifica

Anche dopo che diventano mostri, la base è ancora la loro forma originale di donna umana, e gli sguardi della donna da quando era umana sono molto ben conservati; tuttavia, il suo viso diventa più diabolicamente bello in un modo che attira gli uomini, e il suo corpo cambia diventando più attraente così, tale da suscitare fortemente i desideri carnali degli uomini. E poi, le parti e gli organi che definiscono le caratteristiche della sua razza particolare iniziano a comparire (come le corna, le ali e la coda di una Succube).

Il desiderio sessuale di una donna che è diventata un mostro si gonfia in modo esponenziale, e il suo corpo palpita naturalmente, in cerca di uomini. Per gustare il desiderio più rapacemente, diventa estremamente sensibile. Fare sesso nel corpo di un mostro da’ loro un piacere diabolico diverso da qualsiasi cosa che avrebbero potuto mai sperimentare durante la precedente vita umana, che probabilmente le farà loro prigioniere. Inoltre, le abilità speciali e varie tecniche per dare piacere agli uomini sono acquisite automaticamente attraverso l’istinto insieme al nuovo corpo, in modo che siano in grado di utilizzare in modo naturale anche subito dopo essersi appena trasformate. Abbastanza presto, cercheranno di usarle per ottenere un uomo.
giacche invernali peuterey Monster Girl Encyclopedia Wikia

giacche invernali peuterey Moda Autunno Inverno 2014

giubbotti invernali donna Moda Autunno Inverno 2014

New York, Londra, Milano e Parigi. Abbiamo mappato per voi le tendenze moda della prossima stagione autunno/inverno 2014/2015. Protagonista assoluta la natura, le fiabe e capispalla morbidi, geometrici ma non necessariamente maschili.

Grandi classici interpretati in modo sapiente dagli stilisti di oggi e una palette cromatica che sceglie pigmenti naturali, come il grigio peltro, il verde muschio o quello più brillante del pino, il sabbia delle coste del Nord Europa. Tra gli elementi, Terra, Aria, Acqua e Fuoco, spicca il rosa: dalle sfumature confetto, il cappotto di Gucci, alle note più “pop”, ricordando golosi marshmallow alla fragola; la tracolla di pelle intrecciata di Bottega Veneta, l’abito asimmetrico di Christian Dior o il total look di Karl Lagerfeld per Chanel.

Non sono monocromia, le fantasie e i grafismi si riconfermano protagonisti. Abbiamo il black white, proposto in diverse varianti: la scacchiera di Bionda Castana, il poncho folk di Giambattista Valli e la saetta nera su bianco di Neil Barrett. L’idea in più: il classico cappotto di pelo raso nero con dettaglio un grappolo di orchidee al posto della spilla, come suggerisce Fendi.

Stampe e fantasie per le più creative. Le proposte sono diverse e le più svariante: l’astrattismo di Givenchy, il new optical di Valentino, l’ispirazione squaw di Burberry Prorsum e i fiori d’inverno di Luois Vuitton. Ma il tema naturale non è protagonista solo per la palette cromatica: Marc by Marc Jacobs propone una clutch con fili d’erba e Antonio Marras interpreta con pizzo, plissé e pietre applicate il volto di un selvaggio lupo.

La sera però scintilla, brilla, si illumina. Dai dettagli metal della primavera/estate 2014 si passa al Lurex, introdotto negli anni 40, che trovò popolarità tra gli anni 70 80 ed oggi ne vede una nuova era. Nessuna versione disco pop, perché il Lurex veste con eleganza, trasformando in un capo chic le forme più classiche: il cappotto taglio uomo per N 21 diventa un elegante soprabito, il tailleur di Antonio Berardi è una divisa futuristica color petrolio e Blumarine esalta plissé e pieghe sartoriali grazie al filo metallico sintetico gold. Abbiamo la versione check plaid di Salvatore Ferragamo, il modello geometrico di Gareth Pugh o la rivisitazione del trench per Dsquared2.

Grande ritorno per il montone: la giacca d’aviatore resa glamour dal fascino di Tom Cruise in Top Gun (1986). Per l’inverno 2014 15 si porterà over sized per la versione femminile: corta e bicolor per Alexander Wang, color marmotta per 3.1 Phillip Lim o ispirata alla biker jacket per Chloé. Ma non ci fermiamo qui: la vestaglia montone di Ermanno Scervino e il modello patchwork di Prada hanno conquistato il nostro cuore.

Sotto il montone, la lana lavorata a mano che, per gli addetti ai lavori più “fini”, corrisponde al tricot. Abbiamo il jacquard per andare a sciare di Fay, il cardigan dress di Michael Kors o la camisola di lana color pino a punto nocciola di Miu Miu. Per ritornare alle forme “uovo”, di ultima tendenza il maglione di lana di Toga.

Dettagli che fanno tendenza: le piume che richiamano alla mente subito il mondo animale naturale. Ralph Lauren Collection propone una giacca voluminosa di piume grigie che ricorda la silhouette degli struzzi, mentre le piume piccole e fitte sono perfette per emulare il manto di uccellini di bosco (il cappotto di Marni e l’abito cocktail di Lanvin).

Vogue Arts

Kristin Prim e le lettere di The ProvocateurQuattro chiacchiere con Kristin Prim, fondatrice di The Provocateur il sito che pubblica le lettere scritte appositamente da grandi donne a tutto l’universo femminile. Ecco tutto quello che c’è da sapere (e prepariamoci allo scontro con Taylor Swift)

New York Fashion Week: tutti gli eventiI party più esclusivi della New York Fashion Week

New York Fashion Week: lo street styleTutto il meglio dello street style avvistato alla Settimana di New YorkFocus on models

Model’s look: lo stile delle modelle a New YorkDalla Settimana della Moda di New York Autunno Inverno 2016/17Notizie del giorno

Le sfilate cambiano: da Burberry a tutte le novità delle passerelleLe collezioni Uomo e Donna sfileranno insieme e saranno in vendita subito dopo lo Show. Queste le novità di Burberry che si collocano in un quadro di evoluzione generale: le passerelle stanno cambiando
giacche invernali peuterey Moda Autunno Inverno 2014

giacche invernali peuterey Look and Scooter

giacche donna peuterey Look and Scooter

Non è però un fatto di soli numeri, perché limmagine della Vespa è fortissima ovunque nel mondo, in primis negli Usa, dovè uno dei simboli dello stile e della moda italiani. E a conferma di unesclusività che nessun costruttore di ciclomotori può vantare, ecco dalla Milan Design Week la notizia della collaborazione tra Vespa e Peuterey, marchio dabbigliamento tra i più creativi e affascinanti del panorama contemporaneo. La partnership tra Peuterey e Vespa porta alla realizzazione di una collezione “see now buy now”, disponibile fin da adesso negli store online dei due brand e in selezionati punti vendita,
giacche invernali peuterey Look and Scooter
tra cui la Rinascente a Milano.

La “capsule unisex” di Peuterey e Vespa comprende, fra laltro, una field jacket, un casco e una maschera, il capospalla trans seasonal con fodera staccabile e cappuccio ripiegabile all’interno. Nei giorni della Design Week (4 9 aprile), la “capsule” sarà protagonista di una speciale installazione posta nel cortile antistante lo showroom Peuterey, che permetterà ai visitatori dimmergersi in una colorata “Journey Box” dove sarà ricreata l’atmosfera di un road trip in sella ad una Vespa,
giacche invernali peuterey Look and Scooter
con tanto di ventilatore a ricreare la sensazione del vento che soffia tra i capelli. Le vetrine Peuterey in via della Spiga e Vespa in via Broletto saranno dedicate al progetto di co branding. La partnership tra Peuterey e Vespa proseguirà con un accordo di licenza per una futura collezione di capi di abbigliamento.